Elenco articoli con tag Marketing

AirBerlin, grande esempio di brand marketing

Marketing 1 Commento »

AirBerlin (http://www.airberlin.com) è una compagnia aerea tedesca, spesso associata a Fly Niki, low cost che copre parecchie tratte europee e extra europee. Ho preso più volte questa compagnia proprio grazie al risparmio economico, ma solo questa volta ho potuto vedere quale grande esempio di marketing si può, con poca spesa, mostrare al mondo intero.

Dalle spiagge di Sharm El Sheik guardavo spesso gli aerei volare sopra le nostre teste pronti per l’atterraggio sull’aeroporto di questa località turistica. Ogni aereo è diverso dall’altro, ma solo una compagnia è chiaramente distinguibile: AirBerlin.
Perché? Semplice! La fusoliera dell’aereo è colorata del rosso di bandiera e la scritta AirBerlin.com compare in caratteri cubitali.

Air Berlin e la sua fusoliera colorata.

Ogni giorno ho visto passare almeno 10/15 aerei, mai prestando attenzione a tutti quello che sorvolavano la spiaggia, ma solo quello della compagnia tedesca mi è rimasto in mente, proprio per questo suo grande “logo” volante. Tutte le compagnie sono solite solo marchiare gli aerei sulla vista laterale, mai pensando invece che la maggior parte dei cittadini gli aerei li vede sempre e solo con il naso all’insù.

Consiglio a tutti i produttori di macchinari, aerei, macchine o ogni tipo di prodotto a verificare la disposizione del vostro logo e pensare a tutti i momenti in cui questo prodotto verrà utilizzato e in quali modi il vostro brand sarà dagli utenti visibile.

Indirizzo non trovato: che palle!

Internet 14 Commenti »

Perdonatemi lo sbotto, ma sono già stufo! Alice, ma chi ti dà il permesso di modificare i miei risultati o l’abituale funzionamento del mio browser?!?

Ci aveva già provato Google, con la sua Google Toolbar e le pagine di errore 404 personalizzate se troppo pesanti: per eliminare questo fastidio, che per alcuni è anche una comodità, è bastato disintallare dal PC “infetto” la Google Toolbar (chiaramente il mio ne è sprovvisto da sempre!).

E ora, invece, ci si mette Alice di Telecom Italia, e le pagine personalizzate sono quelle di “URL Not Found” o in italiano, gli errori di “Indirizzo non trovato“. Capita a me perchè uso l’ADSL di Telecom, ma se tanti noteranno questa e la noteranno come buona cosa, io la vedo solo come un gran fastidio!!!

E vi spiego perchè: cercando un dominio non esistente, viene mostrata direttamente questa pagina di “Indirizzo non trovato”. Ma, abituato ad utilizzare la barra dell’indirizzo per effettuare le mie ricerche, abituato al fatto che Firefox reindirizzava la ricerca su Google, ora mi trovo a questa noiosa pagina dalle cromie rosso/arancio e… mi tocca ripetere la ricerca a nuovo. E’ vero, io sbagliavo ad utilizzare questo “reindirizzamento” di Firefox in modo positivo, ma con questa pagina, Alice (e Telecom Italia), si ritagliano, nel mondo web dell’utente, una serie di conversioni non volute direttamente dall’utente.

Anche questo è marketing…

Qualcuno di voi ha notato questa pagina (perchè utilizza Alice come ISP) e, magari, trova la pagina comoda?
PS: cabrino.it risponde correttamente…

Viral marketing: ho perso Leo!

Marketing 1 Commento »

Che bello questo viral inventato per Jeep Cherokee!!! Un blog nato il 20 aprile che si è, in poco tempo, trasformato, come volevasi fare, in una grandissima trovata pubblicitaria per la promozione della nuova Jeep Cherokee.

Devo dire che forse poteva essere spinto in modo ancora maggiore e giungere sugli schermi di migliaia e migliaia di utenti web italiani e, magari, essere spinto per arrivare ad almeno un mese di “promotion” per riuscire a toccare un numero ancora maggiore di persone, ma a giudicare il numero di commenti, di manifesti per l’Italia ne sono stati affissi davvero tanti…

Io per esempio, ho avuto fortuna di scoprirlo solo ora, con quattro giorni di ritardo: domenica 11 maggio è infatti apparso su Rai Uno, alle 21.30, probabilmente in quello che è stato il primo spot televisivo in quella che è stata la prima messa in onda della pubblicità della nuova macchina di marca Jeep ed è stato “dichiarato” assieme al link della campagna nel post di lunedì 12 maggio. Complimenti. Viral veramente ben risucito a vedere il numero di commenti apparsi sullo stesso blog.

Per chi non avesse visto la pubblicità, ve la mostro qui, ma non dimenticate di farmi sapere cosa ne pensate e se avete trovato altre trovate di questo tipo…

SEO: attenzione agli impostori! (2)

Marketing Nessun Commento »

Ho ricevuto una newsletter dalla società di hosting su cui appoggio alcuni miei siti, società di hosting che si è messa, attraverso alcune newsletter, a sostenere una società di web marketing. Della serie: non fidarti di quel SEO.

Tra i punti a favore per cui una persona avrebbe dovuto scegliere questo “posizionamento” per €200 (in offerta, erano €300) ci troviamo:

  • presentazione del sito a 200 motori di ricerca e 100 directory nazionali ed internazionali
  • creazione automatica dei meta tag
  • garanzia di indicizzazione su Google
  • 3 di PageRank garantiti in 6 mesi
  • verifica e report periodici
  • 12 mesi di resubmission

Ad accompagnare questa newsletter una bella serie di loghi dei principali motori di ricerca, quali Lycos, Google, Yahoo, Altavista, Alltheweb, Ask Jeevs, DMOZ, …

Ma analizziamo in dettaglio le proposte.

Continua a leggere SEO: attenzione agli impostori! (2)

SEO: fidati con riserva

Marketing 4 Commenti »

Più mi avvicino a questo mondo, più mi addentro per divertimento, passione e lavoro nei meandri del mondo SEO, più scopro persone e individui che di Search Engine Optimization capiscono decisamente poco, ma si spacciano per esperti in materia. Oggi voglio essere polemico, decisamente polemico!

E’ una cosa che mi lascia decisamente “turbato” e mi innervosisce, non vi dico quanto (lo capirete voi stessi continuando a leggere questo articolo)…

Continua a leggere SEO: fidati con riserva

www.myspace.com

Internet Nessun Commento »

Find old friends and meet new friends as you network, share photos, create blogs, and more at MySpace.com.

Trova vecchi amici e incontrane di nuovi come te, condividi foto, crea un blog e molto altro in www.myspace.com.

E’ questo il payoff di uno dei siti più conosciuti sul fronte dei siti di community: con un accordo da 900 milioni di dollari stipulato nel 2006 con Google, Rupert Murdock si è largamente ripagato l’acquisto effettuato nell’ormai lontano 2005 per 580 milioni di dollari.

Dopo l’accordo i banner di Google AdSense sono apparsi in larga misura: precisando che non sono mai stato cliente di MySpace, mi accorgo che, vista la grandissima popolarità del sito di chat e incontri, Google ha lasciato i suoi banner di AdSense nella “vecchia versione”, ovvero completamente cliccabili (controllate i vostri banner o quelli presenti sul mio sito e vedrete che sono cliccabili solo sul titolo e sul link sul fondo): scorrettezza da parte di big G nei confronti con i suoi piccoli clienti “blogger”!!!

Ricco di banner pubblicitari, sono convinto che Murdock, anche senza la grande partnership creata con il colosso di MountainView, si sarebbe ripagato di gran lunga della sua ennesima giusta scelta nel mercato mondiale.